PROVA

martedì 6 febbraio 2018

Borsa di Milano conferma un pesante calo

Piazza affari archivia un altro pesante calo.
l'indice FTSE Mib ha perso il 2,08%
Il benchmark europeo FTSEurofirst 300 è arretrato del 2,37%.
Banche, contrattazioni in calo dello 0,46%. BANCA MONTE DEI PASCHI DI SIENA (MI:BMPS) (+3,35%), BANCO BPM (MI:PMII) (+1,04%) e BPER (MI:EMII) (+0,37%) hanno consentito al listino di limitare le perdite. Deboli UNICREDIT (MI:CRDI) (-1,16%) e UBI (MI:UBI) (-1,03%). Pesante MEDIOBANCA (MI:MDBI): -2,92%.

INTESA SANPAOLO (MI:ISP)  +7,34%.
BANCA POPOLARE DI SONDRIO (+2,46%).
(GENERALI (MI:GASI) -2,8%, UGF -3,46% e UNIPOLSAI (MI:US) -2,72%) e risparmio gestito (FINECOBANK (MI:FBK) -4,43% -- affossata dopo i risultati 2017 --, AZIMUT (MI:AZMT) -3,27%, BANCA GENERALI -3,47% e POSTE ITALIANE (MI:PST) -3%).

Automotive:paniere europeo è sceso dell'1,67%. A Milano, male CNH (MI:CNHI) INDUSTRIAL (-3,83%), EXOR (MI:EXOR) (-4,21%), FIAT CHRYSLER (MI:FCHA) (-2,48%) e BREMBO (-2,6%). Meglio FERRARI (NYSE:RACE): -0,79%.

SAIPEM (MI:SPMI) (-4,2%), ITALGAS (-3,99%), SNAM (MI:SRG) (-3,54%) e RECORDATI (MI:RECI) (-3,54%).
 
AEFFE  +2,97%.

LAZIO sconfitta di ieri sera,contro il Genoa: -8,89%.



Nessun commento:

Posta un commento

Fiat + 3%